Bullets over summer di Wilson Yip: la recensione

bullets over summer

Recensione di Bullets over summer di Wilson Yip.

Bullets over summer di Wilson Yip conferma in modo evidente due fatti principali: il talento eccentrico ed eclettico del regista cinese e l’assoluta capacità del cinema di Hong Kong di mescolare i generi con la stessa maestria del cinema coreano.

Bullets over summer, infatti, dopo una sequenza d’apertura dal gusto filosofico-esistenzialista slitta nel giro di pochi secondi ad una sparatoria che consegna immediatamente il film alla gloria del cult movie. Per passare poi, senza troppe spiegazioni, dal noir alla comedy, dall’essere ottimo poliziesco con belle sequenze action a tenera commedia in interni, con un gruppo di variopinti personaggi che si fanno sempre più vicini alla sensibilità della spettatore.

Due bravi poliziotti, magari un po’ esagitati, uno che non sa controllare gli scatti d’ira e uno che si lascia sedurre troppo facilmente dal gentil sesso, sono i protagonisti di una vicenda che sa di sconfinare addirittura nel buddy movie. Allo stesso tempo i protagonisti di Bullets over summer sfuggono alle categorie classiche del good boy e bad boy. Ad affiancarli due simpatiche e belle ragazze e un’anziana affetta da demenza senile che confonde i due agenti per nipoti.

Bullets over summer è quindi un film che sa bene i rischi che corre nel mischiare troppo le carte, o meglio nel giocarne troppe tutte insieme, ma sa anche che sulla lunga durata (le sequenze comedy a ben vedere sono molto più estese di quelle action) il risultato può funzionare. E invece di “attirare” lo spettatore col lato violento, più consono e “tipico” del poliziesco, ricorre al lato dolce (anche un po’ troppo zuccheroso) delle relazioni umane.

Interessante l’uso che Wilson Yip fa della soggettiva, anche con acrobatici ribaltamenti e sbandamenti della mdp, e di riprese dal basso verso l’alto che fanno giganteggiare i personaggi sullo schermo come veri e propri super-eroi. Molto bello il finale che, evitando il puro happy ending, dopo averci fatto divertire e fremere di suspense, configura l’intera pellicola (anche) come film di formazione.

Bullets over summer di Wilson Yip: la recensione ultima modifica: 2019-08-13T12:34:37+02:00 da Tommaso Tronconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.