Film coreani d’azione: 5 titoli action da paura

film coreani azione the villainess

Il cinema coreano si distingue per la sua capacità di mischiare i generi cinematografici. Ma sa trattarli molto bene anche singolarmente. Come accade per vari film coreani d’azione.

“Frullare” i generi cinematografici più diversi in un’unica soluzione è una delle caratteristiche più profonde del cinema coreano. Crime movie, black comedy, action, thriller, poliziesco e chase film spesso s’incontrano in film d’azione che sono un vero spasso, una vera manna dal cielo per il divertimento di uno spettatore in cerca di un cinema che lo coinvolga in acrobazie visive e narrative. Ecco quindi 5 film coreani azione che non vi deluderanno:

1 – A hard day (2014) di Kim Sung-hoon: giudicato dalla critica coreana come uno dei 10 migliori film del 2014, A hard day è un esempio cristallino di film d’azione fatto con tutti i crismi e quel gusto iperbolico tipicamente orientale basato su un continuo rilancio della storia tramite nuovi espedienti narrativi, per lo più tragi-comici, e un villain che non muore mai.

2 – The Villainess (2017) di Jung Byung-gil: divertimento e coinvolgimento dello spettatore allo stato purissimo per un film che vive delle sue sequenze (oltre l’)action, connotazione che declina in ogni forma possibile, dalla moto a tutta velocità (ricorda Mission Impossible 2 e Ronin) all’autobus che si ribalta nell’esaltante e prolungata scena finale.

3 – Man on High Heels (2014) di Jang Jin: film di grande intelligenza, grande delicatezza e grande action. Riesce infatti a conciliare alla perfezione gli opposti, alternando con fluidità e carattere sequenze più estroverse (e fortemente action) con altrettante più introverse (in cui il protagonista si guarda allo specchio e si confronta con se stesso).

4 – Countdown (2013) di Heo Jong-ho: con protagonisti due personaggi diametralmente opposti che, in nome della vita e della sopravvivenza, diventano nemici-amici, cane e gatto disposti a collaborare, un script inusuale che mischia adrenaliniche sequenze action con ricordi e rimorsi di tono lirico.

5 – Lucid Dream (2017) di Kim Joon-sung: in continuo equilibrio sul labile confine tra film d’azione e thriller, un’opera dove sulla lunga distanza è la sceneggiatura a fare la differenza. Infatti, l’intreccio sempre più complicato tira in ballo nuovi personaggi e nuovi dettagli che aprono via via nuove “porte” narrative assolutamente riuscite.

Film coreani d’azione: 5 titoli action da paura ultima modifica: 2018-06-04T17:46:22+01:00 da Tommaso Tronconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.