New World di Park Hoon-jung: recensione film coreano

new world film coreano

Recensione di New World di Park Hoon-jung.

Basterebbero i nomi dei tre attoroni protagonisti a rendere grande New World: Choi Min-sik, Hwang Jung-min e Lee Jung-jae. Eppure il film diretto con mano ferma da Park Hoon-jung si avvale di una sceneggiatura ben calibrata, che parte lenta ma poi cresce in modo inesorabile, e almeno un paio di sequenze che sanno come farsi ricordare.

New World è uno dei più riusciti esempi di crime movie prodotti negli anni Duemila nella fucina cinematografica della Corea del Sud. Un’opera che accede di diritto all’olimpo dei film di genere poliziesco (o comunque quel pastiche di generi che vi ruotano attorno) di produzione asiatica.

New World ci ricorda un po’ Il padrino, un po’ The Departed, un po’ Donnie Brasco. Gli echi ci sono tutti. Ma non è una mera e banale scopiazzatura. È un film dotato di grande carattere, che ha il coraggio di strutturare una trama intricata intorno a talpe, contro-talpe e anti-talpe della polizia nelle pieghe di un’organizzazione criminale. Chi sta mentendo? Chi sta giocando sporco? Chi è il traditore? E se pedina e burattinaio fossero la stessa persona? E se d’un tratto i ruoli si ribaltassero completamente? E se non ci fosse più alcuna distinzione tra buoni e cattivi?

Film coreani più belli e recenti da vedere e consigliati con recensioni

New World punta in alto e raggiunge la vetta con merito e successo. Sa dosare la suspense, le scene di violenza, i colpi di scena. E questo perché alle spalle di tre grandi interpreti c’è uno script confezionato con cura, dovizia di dettagli, senza fretta. Certo poi brillano i tre attori in gioco: Choi Min-sik, Hwang Jung-min e Lee Jung-jae. Il primo, all’apparenza il più sottotono, realizza una performance in sottrazione che sa essere pungente ed efficace. Il secondo, istrione e camaleonte del cinema coreano, dà ancora una volta il meglio di sé in un genere che ormai lo ha adottato. Il terzo è l’assoluta sorpresa, abile nel tirar fuori dal suo volto e dal suo corpo un bel ventaglio di sfumature emotive.

New World di Park Hoon-jung: recensione film coreano ultima modifica: 2022-07-17T15:19:17+02:00 da Tommaso Tronconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.